A-10 Warthog addio, il ritiro del guerriero

A-10 Warthog

Dopo settimane di studio sulla strategia del supporto aereo ravvicinato (CAS - Close Air Support) la U.S. Air Force , ha deciso ufficialmente di ritirare gradualmente il Fairchild Republic A-10 Thunderbolt II dal servizio ed affidare il suo compito al nuovo F-35 Lightning II. Dal 1967 (anno del suo concepimento) è stato considerato come il "brutto anatroccolo" dell' Air Force, la scelta stilistica e costruttiva, se così può essere definita, è stata incentrata sul cannone GAU-8 Avenger da 30 mm, tutto il resto ruotò attorno ad esso. Nel 1975 quando ormai il quadro strategico era mutato, i primi esemplari atterrarono alla Davis-Monthan AFB ma soltanto due anni dopo furono completamente operativi: la guerra fredda ormai era finita e del "Warthog" (Facocero nel gergo dei piloti) nessuno sapeva che farsene. 

A-10 Thunderbolt II 706Th Squadron durante l'Op. Desert Storm Source:USAF

L'inizio della carriera operativa non fu promettente, la fine dell'URSS indusse l'USAF a lasciarne a terra un numero sempre crescente, fino al completo ritiro dalle linee a favore di un F-16 appositamente modificato per missioni CAS, che alla fine si dimostrò inadatto. Quando l'Iraq invase il Kuwait nel 1990 i Thunderbolt II tornarono in auge, 140 esemplari furono inviati a supporto delle truppe di terra, riuscendo a distruggere 1000 carri armati, 2000 mezzi militari, altrettanti pezzi di artiglieria, questi numeri fecero si che l'A-10 restasse in vita. Sia per i piloti che per le truppe di terra l'A-10 è un vero "carro da battaglia": il pilota siede su di una tinozza corazzata impenetrabile, la cellula è completamente avvolta da blindature, le truppe dei Marines e dell' Army lo ritengono di vitale importanza nelle situazioni più critiche. Furono implementati aggiornamenti e updating dei sistemi d'arma ed avionici, questo permise che il "Soldato Facocero" fosse presente ovunque: Afghanistan, Iraq, Libia, un vero e proprio baluardo contro il terrorismo, il terrore dei Talebani. Ma tutto questo ormai è malinconica storia.

Il muso di un A-10 con le 7 canne del GAU-8

Secondo il il generale Herbert J. "Hawk" Carlisle comandante dell' Air Combat Command dell' USAF, le missioni CAS saranno affidate a reparti misti di F-16 e F-15 fino alla definitiva entrata in servizio degli F-35. Il 6 marzo durante una discussione con i giornalisti al Pentagono, il generale ha confermato l'interesse da parte dell'USAF per il Textron AirLand Scorpion che potrebbe essere un velivolo da impiegare contro obiettivi che non dispongono di sofisticate difese, soprattutto per i costi decisamente più bassi rispetto gli A-10, aggiunge Carlisle, che gli F-35B dei Marines raggiungeranno entro la fine di quest'anno la IOC (Initial Operational Capability) seguiti dagli F-35A ma non saranno completamente pronti ad affrontare a pieno le missioni si supporto aereo ravvicinato e tattico, fino a quando non verrà testata la piena compatibilità con le bombe SDB II particolarmente usate per questo tipo di missioni.

small diameter bomb SDB II Source: USAF

A partire dal "Block 4" gli F-35 saranno completamente aggiornati con il valido Synthetic Aperture Radar (SAR) nuovi sistemi di rilevamento bersagli elettronici e la piena compatibilità con le SBD II. 

Il ritiro dell'A-10 in America ha diviso l'opinione pubblica, in un clima di austerità e di tagli di fondi per la difesa, buona parte della disciplina fiscale americana dipende dalla sobrietà del Pentagono che, come scrive Fred Kaplan su Slate, “diventerà un posto piuttosto difficile in cui lavorare, e non soltanto perché a dirigerlo c’è Chuck Hagel” (ex segretario alla difesa ed ex militare).