AW-609 verso un futuro concreto

AW-609
©AugustaWestland

Fonti: AugustaWestland www.augustawestland.com

Flight Global www.flightglobal.com

Bristow Group www.bristowgroup.com

Foto: Augusta Westland

Di Ino Biondo info@aerostoria.it

Durante Heli-Expo 2015 tenutasi ad Orlando in Florida, AugustaWestland ha annunciato importanti passi avanti nello sviluppo del convertiplano AW-609. La manifestazione che è una e vera e propria vetrina dove le maggiori aziende del settore elicotteristico mondiale hanno la possibilità di esporre i loro prodotti. Conclusasi il 10 marzo, ha visto tra i protagonisti proprio il convertiplano anglo-italiano. L'azienda Finmeccanica ha siglato con il gruppo Bristow, uno dei due più importanti fornitori di servizi ad ala rotante e primo al mondo per numero di macchine impiegate nel settore energetico offshore, un accordo in esclusiva.


AW-609
©AugustaWestland

L'accordo prevede che le due società collaborino allo sviluppo del AW-609 (in foto con livrea nera appositamente scelta da Bristow) in termini di impiego operativo e manutenzione e altresì per l'ottimizzazione delle configurazioni. La macchina completerà le fasi di certificazioni presso la FAA americana nel 2017, ma l'amministratore delegato di Augusta Westland ha annunciato il lancio della fase di industrializzazione in anticipo rispetto alla certificazione. La prima linea di assemblaggio finale del convertiplano sarà realizzata negli stabilimenti di Philadelphia, ma è prevista anche la realizzazione di una seconda linea in Italia.  <<Questa macchina rappresenta il futuro per Bristow.

L' AW-609 è il futuro del trasporto da "punto a punto" in condizioni ambientali avverse. Grazie alla capacità di atterraggio e decollo verticale, combinato alla maggiore velocità e raggio d'azione rispetto ad un'ala rotante, Bristow sarà in grado di fornire una soluzione logistica completa con un unico mezzo>>, ha dichiarato Jonathan E. Baliff presidente e A.D. di Bristow.

AW-609 in livrea classica
©AugustaWestland
©AugustaWestland
©AugustaWestland

L'accordo di cooperazione prevede il supporto allo sviluppo delle versioni Oil & Gas e SAR oltre che alla partecipazione alle attività legate alla manutenzione e agli aspetti commerciali. La Bristow contribuirà con piloti, addestramento e investimenti allo sviluppo del programma. Intanto in AugustaWestland proseguono le attività industriali e di sviluppo di nuove capacità della macchina, con nuovi accorgimenti che prevedono l'aumento del peso max al decollo di 8.165 Kg, la realizzazione di un portellone più ampio, modifiche all'impianto propulsivo, carelli, e l'adozione di serbatoi subalari per estendere ulteriormente il raggio d'azione a oltre 2000 Km.