F/A-18 "Super Hornet", nuovi ordini dall' U.S.Navy e dall'estero.

©BoeingDefence F/A-18 "Super Hornet"
©BoeingDefence

Fonti: Boeing Defence - Flight Global - USNI News

Foto: Boeing - U.S.Navy

Nonostante già da qualche anno la Boeing avesse annunciato che le linee di assemblaggio dell F/A-18E/F "Super Hornet" sarebbero state chiuse nel 2018, Chris Raymond, vicepresidente della divisione Business Development  di Boeing Defence, ha dichiarato, in un incontro con i giornalisti  che il "Super Calabrone" ha suscitato parecchio interesse in Malesia, Europa, e in Medio Oriente. Ma l'ottimismo sulle possibilità di vendita è stato incoraggiato anche dall' interesse da parte dell'U.S.Navy di acquisire ulteriori velivoli. Quest'ultima notizia è legata sicuramente ad un comunicato divulgato il mese scorso dal Pentagono circa la previsione di bilancio dell'U.S.Navy per il 2016, che considerava l'acquisto di 22 nuovi EA-18 "Growler" ( da guerra elettronica) e ulteriori F/A-18E/F.

©BoeingDefence - EA-18 "Growler"
©BoeingDefence

Sicuramente questa è una soluzione "ad interim" per sopperire ai ritardi accumulati dall' F-35C (versione imbarcata) e dall' F-35B dei Marines. Grazie alla presenza degli F/A-18 Super Hornet a LIMA'15 il salone biennale internazionale di Lankgawi, Malesia, e nonostante la concorrenza di velivoli quali Eurofighter, Rafale, e Gripen, il governo malese ha potuto manifestare il suo interesse per la macchina statunitense, in previsione della prossima sostituzione dei suoi vecchi RAC MiG-29. Secondo Raymond altre nazioni in Europa, stanno valutando un alternativa più economica e immediatamente disponibile all' F-35 come la Danimarca, il quale governo ha avviato un programma per la sostituzione degli F-16. In Medio Oriente altri potenziali clienti sono le Bahrain e Kuwait a loro volta interessati anche all'F-15 sempre prodotto da Boeing.

F/A-18 Super Hornet
©BoeingDefence

Oggi Boeing si trova in una situazione commerciale difficile, i due modelli di punta F-15 "Eagle" ed F-18 "Super Hornet" nonostante la versatilità e i vari update, sono comunque progetti che hanno superato i 40 anni dall'avvio del loro sviluppo; dovranno concorrere con macchine nettamente più "moderne" e dal costo più abbordabile come la gamma MiG-29/35 russi, per non parlare del prodotto di punta Su-27/30/35, tra i migliori progetti aeronautici in circolazione. In Europa il "best-seller" EF-2000 Typhoon è un osso duro da battere, soprattutto per le possibilità "Swing Role" e per l'elettronica sofisticata di IV generazione e mezzo. Il vero concorrente comunque resta quello interno: Lockheed Martin, con l'immortale F-16, e l' F-35 Lightning II grazie ai  i nuovi contratti confermati da Olanda e Norvegia e probabilmente  Belgio è diventata un vero e proprio "asso piglia tutto".

Scrivi commento

Commenti: 0