La Russia introdurrà in servizio i Su-35S per la VVS

Su-35S "Flanker E"
© KnAAPO

Fonti: Sputnik News - Sukhoi Company - KnAAPO

Sergey Shoigu, ministro della difesa russo, ha confermato che entro la fine del 2015 la VVS, l'aeronautica militare russa, introdurrà in servizio il Su-35S noto anche come "Flanker E". Questa è la versione inizialmente concepita per l'esportazione del caccia della famiglia "Flanker" riadattata per le esigenze russe con alcune personalizzazioni nell'avionica e costruito negli stabilimenti della Komsomolsk-on-Amur Aircraft Production Association (KnAAPO), considerato come un caccia di IV generazione avanzata, o per definizione della stessa KnAAPO "4++", molto apprezzato a livello internazionale, soprattutto per qualità costruttiva. Fino a questo momento l'intercettore era stato impiegato solo per scopi sperimentali e dimostrativi presso il 929° centro valutazione di Akhtubinsk.

© Sukhoi Company
© Sukhoi Company

Proprio in questa sede si è riusciti a risolvere alcuni problemi che minacciavano di compromette l'intero programma, ma alla fine i progettisti sono riusciti a colmare le lacune del velivolo, riuscendo, anche se con ritardo, ad ottenere la piena prontezza operativa. Tutti i 48 esemplari ordinati nel 2011 saranno consegnati ai reparti di prima linea, senza particolari ritardi. Ha aggiunto Shoigu, che il Su-35S sarà aggiornato con un avionica più moderna, in grado di competere con qualsiasi caccia di V generazione, infatti  il nuovo aereo è stato completamente riprogettato, con particolare attenzione alla cellula, avionica come già accennato, sistema di propulsione (2 turboventola NPO Saturn 117S con postbruciatore da 86 a 142,2 kN ciascuno di spinta) e di armi, anche se la somiglianza col predecessore Su-27 è più evidente rispetto le altre sperimentazioni: Infatti, i progressi tecnologici hanno reso possibile l'installazione di hardware più leggeri e di dimensioni ridotte, come ad esempio il nuovo radar, in modo da spostare il centro di gravità verso la parte posteriore del velivolo, e rendendo di fatto nulli i benefici delle alette canard della versione precedente, con il conseguente abbandono definitivo di tali configurazioni e della struttura "a triplo tandem" tipica dei derivati precedenti del Su-27.


Share this Post