Israele ordina altri F-35 Lightning II

F-35 I
F-35 I

Fonti: Arie Egozi www.flightglobal.com - Lockheed Martin - Israel Defence Force

 Di Ino Biondo info@aerostoria.it

Il 22 febbraio il ministero della difesa di Israele ha sottoscritto con Washington un contratto per un ulteriore fornitura di 14 Loockheed Martin F-35 "Lightning II" , il valore della commessa è stato indicato in 3 miliardi di dollari. Ma all'indomani delle elezioni del 18 marzo del 2015, secondo alcune fonti, un punto interrogativo pende sulla possibilità che un nuovo governo possa approvare l'acquisto di ulteriori velivoli.
Il primo ministro Netanyahu dovrà prendere alcune decisioni molto difficili, soprattutto in considerazione dei risultati dei colloqui sul nucleare tra gli Stati Uniti, l'Europa e l'Iran. Secondo gli analisti Israeliani, il comitato di gabinetto del governo, dovrebbe quindi investire ancora di più nei sistemi di difesa missilistica e nell' intelligence, e opporsi soprattutto sulla legittimità del piano di ricerca nucleare di Teheran approvato dagli USA.

L'accordo originale, per gli F-35 che in israele saranno battezzati "Ha-Adir" (Il grande) firmato nel 2010, è stato per 19 velivoli, più un opzione di ulteriori 17, nelle varianti A e B (VSTOL), a conti fatti la flotta di F-35 "Adir" conterà una cinquantina di unità.  Il nuovo contratto si basa anche sulla fornitura delle infrastrutture, come i simulatori, e il "know how" per eseguire alcune delle operazioni di manutenzione in Israele e per la produzione delle varianti corrispondenti alla sigla F-35I che prevede una personalizzazione avionica per l'integrazione della macchina con armamenti di produzione israeliana. Le prime consegne avverranno entro la fine del 2016 gli utlimi saranno consegnati nel 2021, secondo la Heyl Ha' Avir il primo Squadron munito di F-35 (19 velivoli) sarà incorporato nel 2019. L' Adir svolgerà lo stesso ruolo dell' F-16I : supporto aereo ravvicinato, attacco di precisione, interdizione, con capacità aria-aria in condizioni ognitempo, naturalmente il valore aggiunto della "Stealthness", per la IAF rappresenta infatti, il primo velivolo di questo genere ad essere schierato.

Al programma di "Israelizzazione" attualmente sono coinvolte la Rafael Advanced Defense Systems impegnata nello sviluppo dei missili Python e Derby appositamente studiati per essere alloggiati nelle stive dell' F-35, e la Israel Military Industry piuttosto nella realizzazione di un armamento di caduta ad alta penetrazione simile alla MK82 da 500lb. Per quanto concerne gli apparati EW la Elbit Systems si è aggiudicata la commessa per la produzione dei sistemi da guerra elettronica dell'Adir, consistenti nella modifica di alcune parti della fusoliera per alloggiare gli apparati, mentre la IAI (Israel Aerospace Industry) si occuperà della produzione delle ali.

Lo sviluppo di questi programmi attualmente hanno subito dei rallentamenti, per gli impegni da parte del governo israeliano di affrontare con decisione la questione del nucleare iraniano, che ha scosso l'opinione pubblica che si sente minacciata da questa escalation di Teheran. Il Lightning è destinato a scatenare sempre più polemiche tra oppositori e favorevoli, a livello internazionale, il velivolo di casa Lockheed Martin dovrà affrontare una furiosa battaglia prima di affrontarne altre al di fuori dei propri confini di appartenenza, una battaglia per la propria sopravvivenza, in Israele il dibattito è ancora aperto.


Share this Post


Scrivi commento

Commenti: 0