M-346 (T-100) "Master" favorito nel programma T-X

M-346/ T-100 © Alenia Aermacchi
M-346/ T-100 © Alenia Aermacchi

Fonti: Defense News - Alenia Aermacchi - Northrop Grumman - BAE System

Di Ino Biondo

La notizia del licenziamento del BAE Hawk T-2 da parte di Northrop Grumman è stata accolta come un fulmine a ciel sereno, la direzione dell'azienda americana ha annunciato che romperà la collaborazione con BAE System, con la quale aveva stipulato un accordo per lo sviluppo dell' addestratore inglese Hawk T-2 per il programma T-X dell' USAF, un programma importantissimo sia per la forza armata che per l'azienda vincitrice della specifica, che consiste nello scegliere il nuovo addestratore avanzato per l'Air Force, e futuro sostituto del T-38C Talon. In buona sostanza si tratta di una commissione con prospettive d'acquisto pari a 350 esemplari dei quali non si escluderebbe la possibilità di ulteriori acquisti nel corso del tempo.

BAE System "Hawk" - © PRA Images
BAE System "Hawk" - © PRA Images

Il BAE System "Hawk" è frutto di un progetto risalente al 1968 rispondente ad una specifica della Royal Air Force per sostituire il Folland "Gnat" ( vedi articolo G-91 Il capolavoro di Giuseppe Gabrielli ) secondo Northrop Grumman l'addestratore britannico per l'appunto risulta essere figlio del suo tempo: malgrado i vari update avionici che lo hanno aggiornato agli standard paragonabili ad un caccia di quinta generazione, dal punto di vista aerodinamico, l'addestratore è risalente a concezioni vecchie di quasi mezzo secolo, quindi non in grado di tollerare fattori di carico elevati per tempi prolungati, né affrontare manovre a forte angolo d'attacco o compiere virate molto strette, tutti aspetti che costituiscono i veri punti di forza dei caccia di quinta generazione quali F-35 o F-22. Obbiettivamente il caccia non è altrettanto paragonabile, per quanto riguarda le virate strette ad un caccia di quarta generazione come l'F-16 "Fighting Falcon".

M-346/ T-100 © Alenia Aermacchi
M-346/ T-100 © Alenia Aermacchi

Di contro l'Alenia Aermacchi M-346 Master presentato sul mercato statunitense come T-100 è un addestratore molto più avanzato, costruito in materiali compositi, secondo Northrop Grumman, che ha studiato con interesse il velivolo italiano, sono molteplici gli aspetti del Master che lo rendono più competitivo, l'uso dei materiali compositi lo rende più leggero rispetto ad aerei della stessa classe, questo si traduce in ulteriori vantaggi: un elevata manovrabilità, con angoli d'attacco superiori ai 40°, e un favorevole rapporto spinta/peso. Ma l'aspetto che ha particolarmente colpito i tecnici di Falls Church, è la possibilità che ha il T-100 di volare in regime vicino a Mach 1 senza postbruciatore, la così detta "Supercruise" che è una caratteristica tipica dei velivoli di quinta generazione. 

Northrop Grumman, quindi, decisamente in ritardo rispetto ai suoi competitor, che oltre ad Alenia Aermacchi, sono KAI (Korea Aerospace Industry) con il T-50 "Golden Eagle", e il Textron AirLand "Scorpion" dovrà progettare una macchina nuova e decisamente più moderna rispetto al modello sviluppato in collaborazione con BAE System, bruciando le tappe, la casa americana vanta un esperienza indiscutibile, un vero e proprio colosso per quanto concerne la produzione di addestratori americani, lo stesso T-38C è una creatura della Northrop prima della fusione con Grumman, altra grande azienda.

Per partecipare alla specifica T-X, dichiarano i vertici dell'azienda, i tecnici si affideranno anche all'esperienza di Scaled Composites un'azienda che si è sempre distinta per i suoi progetti innovativi e fuori dagli schemi, e che nel 2007 è stata rilevata da Northrop Grumman. Per quanto riguarda il "Master", i due clienti più prestigiosi che hanno scelto l'addestratore avanzato italiano, ossia la RSAF di Singapore e la Heyl Ha'Avir istraeliana saranno il suo biglietto da visita, rappresentano le due nazioni tra le più influenti sulle decisioni americane, in Alenia Aermacchi il clima è di fiducia, e la partita rimane ancora aperta, visto e considerato che in Northrop Grumman ancora non esiste nemmeno una bozza preliminare del progetto.