PAK-FA nuovo cannone da 30mm, la Russia pronta ad acquisire tutti gli esemplari previsti entro il 2017

© Sukhoi Company (JSC)
© Sukhoi Company (JSC)

Fonti: Sukhoi Company (JSC) - ROSTEC - Kalashnicov Group

Autore: Ino Biondo

Una vera e propria dimostrazione di forza, una sfida che sembra evocare i tempi della Guerra Fredda, si potrebbe quasi definirla una Guerra tecnologica di quinta generazione. Kalashnikov marchio storico e famigerato di armi da guerra, appartenente alla società Russa Rostec, ha annunciato che sono stati avviati i test a fuoco del cannone da 30mm Gryazev-Shipunov GSh-301 installato sul caccia stealth Sukhoi T-50 PAK-FA. La mancanza di un valido armamento fisso era un vero e proprio tallone d'Achille, con il nuovo cannone, conosciuto anche con la matricola 9A1-4071K, appositamente modificato, verrà colmata questa lacuna. Il cannone è quasi identico allo stesso provato nel corso del 2014 sul Sukhoi SU-27SM, utilizzato come banco di prova, il 9A-4071K verrà prodotto da IZHMASH  (Izhevsk Machine), un azienda facente parte del gruppo Kalashnikov, che vanta una lunga e consolidata esperienza nel settore.

Il sistema d'arma a cadenza di tiro elevato, verrà integrato con un sistema di puntamento automatico, in grado di interfacciarsi col pilota mediante HUD, e con tutti i sistemi elettronici del velivolo.

© Kalashnikov
© Kalashnikov

Il GSh-301 è attualmente installato sul il MiG-29 , Su-27 , Su-33 , Su-34 , Su-35 e Su-37 . Durante lo sviluppo il cannone aeronautico ha avuto grossi problemi di messa a punto, tendeva ad incepparsi soltanto dopo 6 colpi, ma adesso sia dalla casa produttrice che dagli stessi piloti, il parere è unanime nel definirlo un sistema d'arma preciso ed affidabile.

© Sukhoi Company (JSC)
© Sukhoi Company (JSC)

Il volume di acquisti russi del caccia di quinta generazione T-50 PAK-FA, che saranno prodotti nel 2017, dipenderà dalla capacità del produttore. Lo ha detto il comandante dell’Aeronautica militare russa generale Viktor Bondarev. Il viceministro russo della Difesa Yuri Borisov aveva detto a marzo che il ministero avrebbe potuto ridurre gli acquisti di caccia PAK-FA a causa di "nuove circostanze economiche". Il piano iniziale prevedeva l'acquisizione di 10 caccia da inviare alle forze armate per i test di valutazione che secondo i vertici della VVS sono andati a buon fine. Il caccia di conseguenza entrerà in produzione entro il 2017 mentre gli esemplari già acquisiti continueranno ad essere impiegati per ulteriori test. Secondo a quanto dichiarato da Bondarev, durante un intervista rilasciata a RIA Novosti, il caccia supera tutti i parametri degli omologhi F-22 Raptor ed F-35 Lightning II, i velivoli testati hanno mostrato prestazioni eccellenti  così come il sistema di armamento sia aria-aria che aria-terra.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    mauro (sabato, 30 maggio 2015 21:34)

    Non credo sia poi così pericoloso come dicono.