La Croazia sostituirà i MiG-21, una proposta di leasing per i Gripen

© HRZ I PZO (Croatian Air Force)
© HRZ I PZO (Croatian Air Force)

Fonti: Defence News - Swedish Defence and Security Export Agency

Autore: Ino Biondo 

Da circa un decennio, il governo di Zagabria ha manifestato l'intensione di radiare definitivamente i suoi MiG-21, che già da tempo, hanno raggiunto la fine della loro vita operativa. Tali notizie sono arrivate sempre sotto forma di ipotesi ed illazioni che smentivano categoricamente qualsiasi possibilità che la nazione appartenete alla ex-Jugoslavia, avesse i capitali necessari a tale scopo. Questa volta a dare conferma è la stessa presidentessa della repubblica croata e capo del consiglio di difesa Kolinda Grabar-Kitarovic, che dopo un incontro col primo ministro Zoran Milanovic in conferenza stampa ha svelato i piani per acquisire nuovi aerei da combattimento di concezione occidentale. I due principali contendenti, secondo alcune fonti, sarebbero gli F-16 probabilmente ex Belgio e Olanda, e i "Gripen" offerti nella stessa formula di leasing adottata per la sostituzione dei MiG-21 della Repubblica Ceca e dell'Ungheria, ma diversamente, quelli destinati alla forza aerea della Croazia sarebbero parte di un "surplus" della Flygvapnet svedese.

Il direttore del programma FXM (programma per le esportazione di materiale per la sicurezza e la difesa svedese) Jerry Lindbergh ha dichiarato in un comunicato ufficiale, che l'offerta proposta alla Croazia include l'addestramento dei piloti e del personale tecnico, altresì SAAB l'azienda produttrice del Gripen, sarebbe disposta ad una cooperazione industriale con le imprese nazionali per la manutenzione, L'offerta della FXM prevede la cessione in leasing di 12 Gripen nella versione C e D decisamente più moderni rispetto gli F-16 Fighting Falcon appartenenti ai Block 52. Il Gripen, secondo Lindbergh Al fine di garantire che la forza aerea croata possa rimanere operativa senza interruzioni, quando i suoi attuali MiG-21 verranno radiati, può essere operativo al più presto entro un anno dopo la firma del contratto.

© HRZ I PZO (Croatian Air Force)
© HRZ I PZO (Croatian Air Force)

Attualmente, l'Aeronautica Militare croata conta una flotta di 12 velivoli MiG-21bisD / UMD i cui limiti di vita operativa sono già stati ampiamente superati, il ministero comunque sta valutando le probabili alternative, quali i Dassault Mirage 2000, T-50 Golden Eagle, e IAI Kfir, si tratta sempre di materiale usato e ricondizionato per questioni di costo. I favoriti comunque risultano il Lockheed Martin F-16 "Fighting Falcon" e il SAAB JAS-39 "Gripen" decisamente più compatibili ad un armamento standard NATO. Il governo croato non ha reso noto a quanto ammonterebbe la cifra stanziata, Secondo il piano, il nuovo jet da combattimento per le forze armate del paese dovrebbe essere selezionato per la fine di quest'anno, un accordo con il produttore prescelto dovrebbe essere firmato nel 2016.

Scrivi commento

Commenti: 0