Textron AirLand "Scorpion" la Bulgaria possibile acquirente

Textron AirLand Scorpion / © Textron AirLand
Textron AirLand Scorpion / © Textron AirLand

In materia di low cost è vincente senza ombra di dubbio, ma il Textron AirLand Scorpion sarà in grado di soddisfare pienamente le richieste delle così dette "forze aeree a Budget limitato" alla ricerca di un velivolo strategicamente e tatticamente efficace? Secondo quanto dichiarato dalla casa costruttrice nata dalla joint venture tra  Textron e AirLand Enterprises, lo Scorpion ha un costo pari 20 milioni di dollari e circa 3,000 dollari l'ora per mantenerlo in volo, decisamente cifre impensabili per un caccia di quarta generazione, figuriamoci per uno di classe appena superiore. Mosso da due turboventola Honeywell TFE731 da 18 kN di spinta ciascuna, è un biposto in tandem costruito interamente in compositi, studiato per missioni ISR ( intelligence, sorveglianza e ricognizione) ed attacco leggero con la possibilità di poter impiegare armi di precisione e non,  grazie alla presenza di un sensore IR retrattile sul muso, così da peremettere minore resistenza aerodinamica.

L'aereo sarà presente al Salone internazionale di Le Bourget che si terrà dal 15 al 21 giugno, e verrà proposto come alternativa a basso costo alle nazioni come la Bulgaria che è  in possesso di un budget limitato ma comunque alla ricerca di aerei  da caccia più moderni,  una proposta per una delle forze aeree più vecchie del mondo e d'Europa è stata avanzata dal governo degli Stati Uniti, ossia quella di fornire uno stock di Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon surplus, ma non si esclude la possibilità di valutare gli Eurofighter, Gripen,  e il Pakistan Aeronautical / Chengdu Aircraft Industry Corporation (PAC / CAC) JF-17 Thunder che verrà presentato  dal consorzio sino-pakistano anche a Le Bourget sfruttando questa importantissima vetrina internazionale. Attualmente la Bulgaria è in possesso di MiG-29, MiG-29UB, Sukhoi Su-25, e addestratori PC-9M Pilatus e L-39ZA Albatros. Secondo Списание АЕРО interessantissima rivista bulgara di aviazione, lo Scorpion Jet potrebbe essere un possibile sostituto dell' Aero L-39ZA Albatros come caccia d'attacco leggero e un valido supporto ad un ipotetico nuovo caccia d'attacco.


© Textron AirLand
© Textron AirLand

In effetti lo Scorpion si presta a molteplici tipologie di missioni, la versatilità è senza ombra di dubbio una carta vincente per la joint venture americana che lo presenta come un eclettico factotum a costi contenuti per sorveglianza marittima, COIN (anti insurrezione), lotta al narcotraffico, pattugliamento delle frontiere, e difesa aerea contro i così detti "slow movers" (droni o aerei da turismo), conveniente per il mercato europeo in preda all'austerity ma non certo per il mercato americano, La US Air Force sta valutando lo Scorpion come piattaforma di attacco al suolo dopo il ritiro dell' A-10 Thunderbolt. Secondo il piano varato dal Pentagono,  gli F-16 e gli F-15E si occuperanno delle missioni CAS fino a alla piena operatività dell'F-35A. Un aeromobile sostitutivo economico potrebbe essere considerato per eseguire missioni CAS contro nemici senza sofisticate difese aeree, ma gli analisti ritengono che lo Scorpion sia una spesa inutile per l'Air Force, le missioni di cui il velivolo può farsi carico potrebbero essere svolte anche da velivoli a pilotaggio remoto. Bill Anderson presidente di Textron AirLand comunque ha confermato che sono state avviate trattative con  Malaysia , Brunei , Filippine , Indonesia , Bahrain , Qatar e l'Arabia Saudita , con la Malesia e Brunei visti come i più probabili clienti. Nel mese di novembre 2014, alcune fonti hanno confermato che le Emirati Arabi Uniti hanno intavolato trattative per l'acquisizione dello Scorpion come aereo destinato agli Al Fursan lo  squadrone acrobatico che attualmente è munito di MB-339 simili a quelli delle Frecce Tricolori, ma in merito Anderson non si è ancora espresso.

Video di presentazione dello Scorpion

La Bulgaria potrebbe essere un cliente di lancio una sorta apri pista per le altre nazioni spesso riluttanti nell'acquisire velivoli di nuova costruzione, In Taxtron AirLand sono fiduciosi per il futuro, e annunciano che ulteriori sviluppi e miglioramenti della macchina saranno studiati per aumentarne le prestazioni e l'efficacia, la produzione non si ferma, sempre all'insegna dell'austerity.

Scrivi commento

Commenti: 0