Cina: trattativa per l'acquisto di 24 Sukhoi Su-35

Sukhoi Su-35
Sukhoi Su-35

La notizia è stata confermata dallo stesso Yuri Slyusar ex vice-ministro dell'industria e commercio russo e attuale presidente di UAC (United Aircraft Corporation) un consorzio che raggruppa le eccellenze del settore aerospaziale nazionale russo tra cui anche Sukhoi e MiG. Durante una conferenza stampa al Paris Air Show Slyusar ha annunciato l'interesse da parte del governo cinese, di acquisire il caccia multiruolo SU-35 "Flanker" ossia la versione più avanzata della gamma Sukhoi Su-27/30.

Su-35 durante un esibizione al Paris Air Show / © UAC
Su-35 durante un esibizione al Paris Air Show / © UAC

Il Su-35 è un evoluzione del Su-30 facente parte di quella generazione di caccia di cui capostipite è il Su-27. Il "35" si differenzia dal precedente per un ritorno ad un' aerodinamica più pulita con l'eliminazione delle alette canard, e dai motori turboventola

NPO Saturn 117S con postbruciatore da 14.500 kg di spinta vettoriale. L'avionica è stata aggiornata ai massimi livelli della tecnologia attuale, il multiruolo russo fa affidamento ad un radar AESA e sensori optronici IR/Laser interfacciabili con l' NSTS, ossia un sistema di puntamento integrato sul casco del pilota di concezione russa. Il Su- 35 progettato dalla Sukhoi e costruito da KnAAPO ( Komsomolsk-on-Amur Aircraft Production Association), attualmente è stato ordinato dalla VVS che entro la fine del 2015 riceverà tutti i 48 esemplari nella versione "S" conosciuta anche come "Flanker-E". 


Per quanto concerne le esportazioni il Venezuela ha confermato il suo interesse ad acquisire 24 caccia Sukhoi, ma sia il governo di Chávez che il governo di Mosca non hanno mai confermato ne smentito la notizia. Il Brasile era un potenziale acquirente ma nel dicembre 2013 il Ministro della Difesa del Brasile ha annunciato l'acquisto di 36 Gripen NG optando per l'economia. Secondo a quanto dichiarato da UAC il Su-35 rappresenta un programma di massima importanza per l'industria russa, nonostante venga classificato un caccia di generazione 4++,il multiruolo Sukhoi, implementa tecnologie di 5^ generazione: il sistema radar Irbis-E prodotto da KRET a scansione passiva, rappresenta il centro nevralgico del sistema d'arma Su-27, Il radar è in grado di rilevare un obiettivo aereo di 3m a una distanza di 400 km (250 mi), può monitorare 30 bersagli aerei e ingaggiarne contemporaneamente 8. L' Irbis-E è completato da un sistema di targeting OLS-35 optoelettronico che fornisce puntamento laser e rilevamento a raggi infrarossi. Il Su-35 è compatibile con un gran numero di missili aria-aria a lungo e corto raggio, di precisione e non guidato. Le armi aria-terra includono missili, bombe di precisione e razzi per un carico utile massimo di 8 tonnellate che può essere caricato su quattordici punti d'attacco sotto le ali e la fusoliera.

© KRET

L'ordine cinese che secondo fonti del UAC dovrebbe essere formalizzato entro la fine di quest'anno, è parte di un piano di potenziamento deciso dal governo di Pechino grazie  alla cooperazione con la Russia, sia la PLAAF (People's Liberation Army Air Force) che la PLAN (People's Liberation Army Navy) attualmente schierano velivoli sviluppati dai Su-27 acquisiti nel 2002 o addirittura secondo gli analisti "copiati" e riadattati con un avionica di costruzione e concezione cinese.

Shenyang J-15 "Feisha" della marina cinese
Shenyang J-15 "Feisha" della marina cinese

I Shenyang J-15 "Feisha" (Squalo volante) copia non autorizzata del Su-33 prodotta negli stabilimenti dell'azienda nazionale Shenyang, è stato ultimamente schierato sulla nuova portaerei Liaoning per svolgere dei test di compatibilità in mare, il fatto di attuare una serie di reverse - engineering sui caccia Sukhoi, ha scatenato non poche polemiche tra Cina e Russia precludendo le trattative stesse, dopo l'intesa siglata tra i due governi, la questione è stata risolta in quanto l'accordo non si ferma ai 24 Su-35 bensì all'acquisizione di armi di vario genere tra cui sottomarini, carri armati, batterie missilistiche.


Fonti: Sukhoi Company (JSC) - United Aircraft Corporation (UAC) - KnAAPO

Autore: Ino Biondo @bioino (Twitter) - inobiondo36@gmail.com

Subscribe

Scrivi commento

Commenti: 0