La Finlandia emana la specifica "HX" per la sostituzione degli F/A-18 Hornet.

F/A-18C Hornet  / © Ilmavoimat
F/A-18C Hornet / © Ilmavoimat

Secondo una commissione presieduta dal Maggiore Generale Lauri Puranen, ex comandante della Ilmavoimat (Forza aerea finlandese) gli F-18C/D Hornet finlandesi hanno raggiunto (e quasi superato) la loro vita operativa, a seguito di un incontro con il governo di Helsinki, un rapporto stilato dalla commissione, oltre a segnalare il "gap" operativo della forza aerea dei prossimi anni, propone un programma di valutazione per il futuro sostituto del caccia Boeing.

Gli F-18 ancora in servizio nella Ilmavoimat attualmente sono 60 di cui 54 F-18C e 7 F-18D (biposto), nel 2010 gli F-18C hanno ricevuto degli upgrade denominati MLU-2 (Mid Life Upgrade - 2) che hanno in parte esteso la capacità operativa consolidando ancor di più le caratteristiche terra-aria insite in questa splendida ma ormai datata macchina. Scelto dalla forza aerea nel 1995 come sostituto dei svedei Saab Draken e dei MiG-21 Bis retaggio dell'unione sovietica, gli Hornet hanno svolto eccellentemente le missioni in ambito NATO cui la forza aerea è stata chiamata a partecipare, ma è il momento di cedere il passo alla nuova generazione di velivoli. Le recenti tensioni con la Russia, secondo i vertici della forza aerea, impongono attente decisioni atte alla salvaguardia dei propri confini e soprattutto alla difesa del proprio spazio aereo.


F/A-18D Hornet / © Ilmavoimat
F/A-18D Hornet / © Ilmavoimat

Nei mesi scorsi ci sono stati numerosi episodi di "contatto" con le forze armate di Mosca, dall'inizio della crisi Ucraina, con il conseguente scontro aperto tra Nato e Russia, si sono fatte sempre più pressanti le spinte per un'integrazione della Finlandia (e della Svezia) nella Nato. Da un punto di vista economico, la Finlandia sta attraversando una fase estremamente difficile, paragonabile per gravità a quella italiana,  il costo sarà uno dei fattori chiave nella scelta del nuovo velivolo, data l'economia del paese si opterà per l'austerità. Secondo a quanto dichiarato dallo stesso ministro della Difesa, il numero degli esemplari è ancora in fase di studio, mentre il programma di valutazione ha tracciato due date: entro il 2016 dovrà essere emessa la Request for Information alle aziende produttrici (le aziende dovranno presentare le loro proposte), mentre entro il 2018 la Request for Quotation ossia l'ottenimento del miglior prezzo.

F/A-18C / © Ilmavoimat
F/A-18C / © Ilmavoimat

I concorrenti saranno gli europei Eurofighter, Dassault Rafale, Saab Gripen, mentre l'americana Boeing propone il "fratello maggiore" F/A-18 "Super Hornet" , voci non confermate ipotizzano anche una proposta di Loockheed Martin con l'F-35, ma a questo punto, per le sopra citate condizioni economiche finlandesi, sembra improbabile l'acquisizione del Lightning II ammenoché il governo USA non provveda con la formula Foreign Military Sale (FMS) rivolta a quelle nazioni che hanno scelto l'F-35 Lightning II ma che non fanno parte della partnership, come è avvenuto per Giappone, Israele e Corea del Sud. Secondo i vertici comunque, in autunno verranno definite le basi per emanare la specifica FX, si tratta comunque di un'altra occasione importante per le aziende del settore sia Europee che per l'americana Boeing che aveva intenzione di chiudere le linee dell'F-18 Super Hornet entro il 2018, la partita è ancora aperta, staremo a vedere.


Subscribe

ARTICOLI CORRELATI

US Navy: un nuovo radar per i "Legacy Hornet"
US Navy: un nuovo radar per i "Legacy Hornet"
F/A-18 "Super Hornet", nuovi ordini dall' U.S.Navy e dall'estero.
F/A-18 "Super Hornet", nuovi ordini dall' U.S.Navy e dall'estero.
Approvato dalla U.S.Navy il nuovo sistema IRST per gli F/A-18 Super Hornet
Approvato dalla U.S.Navy il nuovo sistema IRST per gli F/A-18 Super Hornet


Scrivi commento

Commenti: 0