Il nuovo ruolo dei Bréguet ATL-2 francesi

Bréguet  "Atlantique 2" - 21^ Flotille / © Aéronavale
Bréguet "Atlantique 2" - 21^ Flotille / © Aéronavale

Nato come un valido pattugliatore marittimo a lungo raggio, la Marine Nationale francese ha fatto di questo splendido bi-turboelica una macchina polivalente, trasformandolo in una vera e propria piattaforma ISR (Intelligence, Sorveglianza, Ricognizione), capace di compiere vere e proprie missioni offensive in condizioni ognitempo, ed operare in supporto delle forze speciali. Queste nuove peculiarità, infatti sono frutto dell'esperienza accumulata durante le operazioni delle forze speciali francesi in Mali e in Iraq, ciò ha spinto il ministero della difesa di Parigi ad assegnare a Dassault e Thales, un contratto per l'aggiornamento di 15 esemplari di ATL-2.

Un valida piattaforma ognitempo al passo coi tempi.

Il programma di aggiornamento degli ATL-2 comprendeva l'implementazione del radar "Search Master" di Thales , un upgrade per quanto concerneva l'avionica e tutti i sistemi Hardware e Software, un nuovo ricevitore IFF per il riconoscimento amico/nemico, e la torretta Wescam MX-20D vero cuore innovativo dell'Atlantique 2: lo scorso 18 giugno la Marine Nationale ha annunciato di aver qualificato i primi due equipaggi di ATL-2 per l'impiego  delle bombe a guida laser "Paveway II", che grazie alla torretta possono essere sganciate dagli ATL-2 "auto-designando" il bersaglio. 


secondo a quanto dichiarato dai tecnici dell'Aéronavale che è responsabile dell'intero programma, questo importante aggiornamento trasformerà l'Atlantique da semplice pattugliatore marittimo ad una vera e propria piattaforma ognitempo in grado di contrastare qualsiasi minaccia attuale, dai piccoli battelli veloci, ai veicoli terrestri, conservando la sua insita capacità "antisom" che grazie ai nuovi upgrade gli conferiranno la capacità contrastare anche i modernissimi sommergibili stealth. Oltre le GBU sono stati effettuati dei test per la compatibilità con il nuovo siluro MU90, questo è il risultato di una cooperazione franco-italiana che coinvolge Wass, Thales e DCNS, il siluro leggero MU-90 "Impact" è stato costruito con tecnologie molto avanzate, in grado di contrastare qualsiasi tipo di sommergibile sia nucleare che convenzionale, un sistema che ha suscitato l'interesse di altre nazioni europee.

Bréguet (Dassault) ATL-2 "Atlantique 2" / © Aéronavale
Bréguet (Dassault) ATL-2 "Atlantique 2" / © Aéronavale

In buona sostanza l'armamento dell'attuale versione dell'Atlantique comprende, oltre che le GBU-12 "Paveway" a guida laser, i missili antinave/antisom AM-39 "Exocet" e i sopracitati MU90, un armamento di tutto rispetto se consideriamo che è un aeroplano che risale alla metà degli anni '70. Attualmente l'Aéronavale schiera 22 ATL-2 divisi tra le Flottile 21F e 23F, stando a quanto dichiarato dal ministero della difesa francese, grazie a queste modifiche, tutti gli esemplari resteranno in servizio fino al 2030, La cellule degli ATL-2 sono prodotte dal consorzio europeo SECBAT ma sia cellule che motori hanno ormai accumulato molti anni, indipendentemente dagli upgrade ormai provengono da concezioni non più attuali.


Fonti: Dassault - Thales Group

Autore: Ino Biondo inobiondo36@gmail.com - @bioino (Twitter)

Subscribe