Boeing propone nuovi upgrade per gli F-15C "Eagle"

Boeing F-15C "Eagle" 493rd Fighter Squadron, RAF Lakenheath / © USAF
Boeing F-15C "Eagle" 493rd Fighter Squadron, RAF Lakenheath / © USAF

Si tratta di una nuova serie di aggiornamenti destinati ad estendere la vita operativa degli F-15C Eagle in modo da poter operare come supplemento agli F-22 Raptor, queste sono in prima analisi, le motivazioni dei tecnici di Boeing e soprattutto le aspettative dell'Air Force che obtorto collo, ha dovuto sottostare alle regole di austerità imposte dal Pentagono dopo i tagli al bilancio per la difesa. Ciò si è tradotto dal punto di vista strategico/tattico, in una condizione deficitaria per quanto concerne la superiorità aerea, il taglio della produzione dei Raptor, e soprattutto il numero esiguo degli esemplari attualmente in servizio presso i reparti da caccia, ha spinto i vertici dell'USAF a colmare questo vuoto.

Gli upgrade, secondo a quanto dichiarato da Mike Gibbons, responsabile del programma F-15 di Boeing, riguarderebbero le capacità di carico dell'aereo che da otto sistemi d'arma aria-aria passerebbero a 16, e il raggio d'azione, grazie all'implementazione delle CFT (Conformal Fuel Tank) simili a quelle già in uso sugli F-15E "Strike Eagle" ma appositamente studiate per l'F-15 da superiorità aerea. Naturalmente l'upgrade prevede una serie di aggiornamenti agli apparati avionici quali l'introduzione di un nuovo sensore a lungo raggio infrarossi (IRST), Gibbons ha confermato che è stata contemplata la possibilità di implementare il nuovo sistema da guerra eletrronica EPAWSS già introdotto sullo "Strike"


Boeing F-15E "Strike Eagle" 48th Fighter Wing, RAF Lakenheath / © USAF
Boeing F-15E "Strike Eagle" 48th Fighter Wing, RAF Lakenheath / © USAF

Il nuovo apparato EPAWSS (Eagle Passive/Active Warning Survivability System) prodotto da Northrop Grumman, è il nuovissimo dispositivo che permette la sopravvivenza in teatri operativi elettronicamente protetti e/o disturbare i radar avversari, un sistema studiato appositamente per i caccia di quarta generazione e mezza e di quinta. Altro approntamento che decisamente risulta di vitale importanza, vista l'età dell'F-15 è l'introduzione di un nuovo radar AESA a scansione elettronica. Boeing ha designato il programma di aggiornamento dei velivoli con la sigla "F-15C 2040" e riguarderà l'intera flotta di 250 esemplari attualmente operativi. Secondo una strategia di marketing in voga presso tutte le aziende del settore, gli upgrade saranno ceduti sotto forma di "pacchetti", una sorta di menù di opzioni mirate a rendere altresì "personalizzabili" gli F-15 dei clienti esteri, come Arabia Saudita, Israele, Corea del Sud e Giappone. 

Quindi il il piano dell'Air Force è quello di rendere il "nuovo" F-15C non un tappabuchi, ma bensì un sistema che si integrerà perfettamente agli F-22 raptor, una sinergia possibile grazie al nuovo programma Talon HATE, sviluppato da Boeing, il pod costruito intorno al software "Phantom Fusion", che permetterà  di migliorare la comunicazione e la condivisione di informazioni tra diverse piattaforme terrestri o in volo, si tratta di un sistema rivoluzionario che permetterà all'Eagle di comunicare e condividere informazioni in tempo reale con aerei di ultima generazione allo scopo di creare un quadro operativo comune. Secondo Gibbons, entro il 2020 si prevede la completa implementazione di tutti i sistemi sull'intera flotta, gli upgrade saranno destinati ad allungare la vita operativa degli Eagle, ma le cellule restano quelle di 20 o 30 anni fa, anche con i più moderni accorgimenti, dal punto di vista strutturale, la "vecchia Aquila" prima o poi dovrà cedere il passo ai "giovani aquilotti".


Fonti: Defence News - Boeing - Northrop Grumman

Autore: Ino Biondo - inobiondo36@gmail.com - Twitter @bioino

Subscribe

ARTICOLI CORRELATI

Israele: upgrade per F-15 "Ra'am"ed F-16 "Soufa".
Israele: upgrade per F-15 "Ra'am"ed F-16 "Soufa".
Raytheon ed F-15E Strike Eagle, un connubio perfetto.
Raytheon ed F-15E Strike Eagle, un connubio perfetto.
Lockheed Martin "Legion Pod" per gli F-15 ed F-16 retrofit.
Lockheed Martin "Legion Pod" per gli F-15 ed F-16 retrofit.


Scrivi commento

Commenti: 0