Prove di rifornimento in volo di un F-35A con un Boeing KC-767A italiano

KC-767A dell'Aeronautica Militare durante il test di rifornimento dell'F-35A / © USAF
KC-767A dell'Aeronautica Militare durante il test di rifornimento dell'F-35A / © USAF

Apparentemente sembra un test di routine, propedeutico alla certificazione di un nuovo aereo da combattimento, ma in realtà il test che si è svolto sui cieli del deserto californiano, è qualcosa che per ambedue le nazioni, va ben oltre il semplice collaudo: il KC-767A è molto simile al KC-46 "Pegasus", la nuova aerocisterna ordinata dall'USAF vincitrice della specifica KC-X per la sostituzione degli anziani KC-135 Stratotanker, una nuova generazione di Tanker sviluppata da Boeing che dovrà rifornire gli aerei di quinta generazione come l' F-35. Per l'Italia l'F-35 rappresenta il futuro, destinato a sostituire i Tornado e gli AMX dell'AMI, e gli Harrier II Plus della Marina.

Il programma F-35 Lightining II procede a ritmo serrato, a luglio gli esemplari dei Marines appartenenti al VMFA-12, ossia la versione F-35B che designa la variante "STOVL" (Short Take Off Vertical Landing) ad decollo corto e atterraggio verticale, hanno conseguito la IOC (Initial Operation Capability)  la capacità operativa iniziale, l'USAF che ha scelto l'esemplare F-35A a decollo e atterraggio convenzionale e la US Navy con la variante F-35C idoneo ad operare sui ponti delle portaerei, raggiungeranno in breve lo stesso traguardo.

l'Esemplare AF-4 assegnato alla flotta per i test e le valutazioni agganciato al Tanker italiano / © USAF
l'Esemplare AF-4 assegnato alla flotta per i test e le valutazioni agganciato al Tanker italiano / © USAF

Il test è avvenuto il 6 agosto sorvolando il deserto della California, l'F-35A AF-4 ha compiuto le prove senza problemi, rifornendosi da un KC-767A del 14° Stormo, giunto negli Stati Uniti e precisamente alla Edwards AFB, direttamente da Pratica di Mare. Il Tanker ricavato dal Boeing 767 dell'aviazione commerciale, scrive un capitolo importante per la sua carriera, quello di  essere il primo velivolo non americano a rifornire l'F-35.  Secondo a quanto dichiarato dall'USAF il velivolo con matricola AF-4 ha compiuto in totale 25 contatti nel corso dei quali sono stati erogati circa 7.300 kg di carburante, l'esercitazione è di un importanza strategica rilevante, in quanto si è valutata la capacità del Lightning II di poter rifornirsi da Tanker diversi e soprattutto operanti in ambito NATO, ma soprattutto si è potuto verificare la piena compatibilità del KC-767A italiano con il futuro sostituto di Tornado, AMX e Harrier II Plus, nei prossimi anni gli F-35 nella versione A e B ordinati dall'Italia dovranno attingere da questi rifornitori.


Subscribe

ARTICOLI CORRELATI

L'F-35 perde contro l'F-16 in combattimento, ma non è certo nato per il dogfight.
L'F-35 perde contro l'F-16 in combattimento, ma non è certo nato per il dogfight.
La RAF programma l'entrata in linea degli F-35
La RAF programma l'entrata in linea degli F-35
Israele ordina altri F-35 Lightning II
Israele ordina altri F-35 Lightning II
Christine Mau prima donna abilitata sull' F-35.
Christine Mau prima donna abilitata sull' F-35.
Il 388th Fighter Wing riceve i primi due F-35A operativi.
Il 388th Fighter Wing riceve i primi due F-35A operativi.


Scrivi commento

Commenti: 0