Un nuovo upgrade aerodinamico per l'Eurofighter

L'esemplare IPA7 munito delle LERX in fase di decollo / © Munich Aviation Spotters
L'esemplare IPA7 munito delle LERX in fase di decollo / © Munich Aviation Spotters

Uno studio recente del Royal United Services Institute, ha comprovato che la combinazione data dal rapporto spinta/peso, la manovrabilità a tutte le velocità e in modalità "supercruise" (velocità supersonica senza postbruciatore) fa del Typhoon un caccia capace di surclassare qualsiasi aereo oggi in circolazione. In questi ultimi anni il progetto Eurofighter Typhoon è cresciuto in maniera esponenziale, l'ultima modifica alla parte aerodinamica fa parte di un programma denominato EFEM (Eurofighter Enhanced Manoeuvrability) che spinge il Typhoon sempre verso un inviluppo di volo vicino ad un aereo di quinta generazione.

Airbus DS ha annunciato che a metà luglio sono state ultimate la serie di studi e di collaudi su di un esemplare denominato IPA7 (Instrumented Production Aircraft) che presenta caratteristiche peculiari rispetto ai suoi omologhi. Ai comandi di IPA7 si sono avvicendati piloti tedeschi, inglesi ed italiani allo scopo di valutare l'efficacia di un nuovo pacchetto aerodinamico chiamato AMK (Aerodynamic Modification Kit), questa modifica consiste in una rettifica al raccordo tra ala e fusoliera, secondo a quanto dichiarato dai tecnici di Airbus Defence & Space, questi interventi consentiranno di poter impiegare una più vasta gamma di sistemi d'arma contrastando la resistenza aerodinamica, ma soprattutto saranno in grado di garantire al Typhoon una maggiore agilità e manovrabilità.

Il velivolo IPA7 Usato per le prove, si notano le estensioni sul raccordo ala e fusoliera (LERX) / © Airbus
Il velivolo IPA7 Usato per le prove, si notano le estensioni sul raccordo ala e fusoliera (LERX) / © Airbus

Le missioni di collaudo si sono svolte presso gli stabilimenti tedeschi di Eurofighter a Manching, in tutto si sono svolte 36 sortite ognuna delle quali si è conclusa con successo. Il pacchetto AMK mira soprattutto ad accrescere le capacità aerodinamiche, grazie all'introduzione delle LERX (Leading-Edge Root Extensions) nel bordo di entrata alare, nella parte del raccordo con la fusoliera. Le nuove estensioni mirano a ottenere un aumento della portanza massima fino al 25%, questo significa maggiore rateo di virata, e soprattutto più stretto, oltre a una maggiore capacità di "nose pointing" ossia la capacità di direzionare il muso del velivolo (su/giù) a basse velocità. Senza ombra di dubbio il rateo di virata stretto e veloce conferisce un grossissimo vantaggio soprattutto nel combattimento aereo ravvicinato.Ma grazie anche alla possibilità di poter agganciare una vasta gamma di sistemi d'arma sui punti d'attacco esterni che grazie alle LERX contrastano ancor maggiormente la 


resistenza aerodinamica, il Typhoon aumenterà non soltanto le capacità "swing role" ma anche il suo potenziale di essere impiegato con sistemi d'arma di nuova concezione, grazie alla sua maggiore flessibilità. Secondo a quanto dichiarato da Airbus, i risultati ottenuti dai collaudi sono stati più che soddisfacenti, si sono esaminati valori di angolo d'attacco superiori fino al 45% e ratei di rollio accresciuti addirittura del 100% senza ombra di dubbio risultati veramente sbalorditivi, che proietteranno il Typhoon verso un futuro senza rivali.


Subscribe

ARTICOLI CORRELATI

Accordo tra Italia e Kuwait per 28 Eurofighter Typhoon
Accordo tra Italia e Kuwait per 28 Eurofighter Typhoon
Eurofighter Typhoon: lo "swing role" lo rende sempre più unico nel suo genere
Eurofighter Typhoon: lo "swing role" lo rende sempre più unico nel suo genere
Damocles pod per gli Eurofighter sauditi contro l'ISIS
Damocles pod per gli Eurofighter sauditi contro l'ISIS
Eurofighter Typhoon sempre più versatile con il nuovo radar Captor E-Scan
Eurofighter Typhoon sempre più versatile con il nuovo radar Captor E-Scan