I Tornado della Luftwaffe in servizio fino al 2025, la strana strategia della Germania.

Panavia Tornado ECR - Taktisches Luftwaffengeschwader 51 "Immelmann" / © AeroStoria
Panavia Tornado ECR - Taktisches Luftwaffengeschwader 51 "Immelmann" / © AeroStoria

La Luftwaffe possedeva la più numerosa flotta di Tornado d'Europa, escludendo la RAF che disponeva anche della versione ADV (Air Defence Variant), degli originali 349 nelle versioni ECR (Electronic Combat/ Reconnaissance) e IDS (Interdiction and Strike) attualmente sono sopravvissuti soltanto 85 macchine perfettamente operative o quasi. Il dubbio sorge spontaneo: l'MRCA Tornado nato da un consorzio che comprendeva le nazioni che lo utilizzano e non, come la Danimarca, Italia, la allora Germania ovest e Regno Unito, è un progetto risalente alla fine degli anni '70 il suo primo volo avvenne il 14 agosto del 1974 ed entrò in servizio cinque anni dopo. Un velivolo dunque con più di quarant'anni di servizio alle spalle è da considerarsi ancora un valido sistema d'arma efficace in un contesto geopolitico come quello attuale dove la crisi ucraina e la minaccia dell'ISIS, hanno spinto gli stati membri dell'Europa a rivedere i loro piani per quanto concerne le spese militari? La Germania è da sempre tra i paesi più cauti quando si parla di usare la forza.

Il governo Merkel ha stanziato un budget per la difesa nel 2014 di 43,9 miliardi di dollari (fonte IISS) ha fatto sempre il proprio dovere in ambito NATO inviando i propri uomini in Kosovo e in Afghanistan, ma non ha fornito il sostegno dei suoi Tornado nella recente campagna di bombardamenti contro l’Isis, e si è completamente tagliata fuori dall’intervento in Libia. Praticamente questa situazione ha generato una circostanza che decisamente ha dell'inquietante: i continui tagli hanno reso le forze armate tedesche completamente inadeguate ad un ipotetico impegno militare. Dopo la riduzione degli ordini relativi alle tranche 3 e 3A dei Typhoon (versione con una vocazione per l'attacco al suolo più spiccata) il lavoro verrà svolto dai Tornado IDS/ECR, l'Italia ha già deciso la radiazione dei suoi Tornado entro 2020, gli inglesi nel 2019, date che coincidono con l'entrata in servizio del diretto sostituto del cacciabombardiere ossia il Lockheed Martin F-35 Lightning II. 


Di contro la Germania è completamente fuori dal progetto F-35 ma favorevole ad una visione che vorrebbe il Typhoon alternativo al caccia di quinta generazione. Eppure, per stessa ammissione della ministra della difesa Ursula Von Der Leyen, la Bundeswehr (forze armate tedesche) ed in particolar modo la Luftwaffe, non sono all'altezza degli standard richiesti dalla NATO. I dati sono allarmanti: su 109 Typhoon  in carico, solo 42 sono operativi, i Tornado su 85 rimasti in carico soltanto 38 sono in grado di alzarsi in volo. E sicuramente crediamo che i vertici della Luftwaffe sappiano che il caccia europeo è un velivolo da difesa aerea, mentre l'F-35 è un caccia d'attacco, affermare che il Typhoon sia un alternativa al Lightning II è decisamente sbagliato: se un paese intende avere una forza armata capace di proiettarsi all’estero (unico scenario plausibile) l’F35 è indispensabile. Il Typhoon è un caccia "swing role" micidiale, ma un cacciabombardiere è completamente un altra cosa.

Così come è diversa la forma mentis di un pilota di intercettore/difesa aerea e quella di un pilota di cacciabombardiere/ricognitore, sono due specialità completamente diverse, che prevedono un percorso formativo completamente differente, i futuri piloti della Luftwaffe saranno un "condensato" delle due specialità. Ciò non toglie che il Tornado malgrado la vetustà non sia una macchina valida, basti pensare alle recenti missioni di attacco contro l'ISIS, ancora una volta si è reso il protagonista assoluto delle campagne contro i guerriglieri. I Tornado della Royal Air Force, Dell'Arabia Saudita e dell'Aeronautica Militare hanno operato come ricognitori ISR (principalmente quelli italiani) appoggio tattico e interdizione, eccellendo in ogni sortita.

Panavia Tornado IDS - Taktisches Luftwaffengeschwader 33 / © Norman Graf
Panavia Tornado IDS - Taktisches Luftwaffengeschwader 33 / © Norman Graf

Questo è il futuro compito dell'F-35 ma con la possibilità di sfruttare la "stealthness", che gli consentirà di colpire prima di essere ingaggiato dai radar nemici:  volare praticamente indisturbati nello spazio aereo ostile, portare a termine la missione anche in ambiente saturo di difese antiaeree e di ottenere la superiorità aerea anche in forte inferiorità numerica. Al momento della sua introduzione anche Tornado era specializzato nell'eludere le difese avversarie, la sua specialità era il volo a bassa quota, possiamo considerarlo il più veloce a bassa quota tra tutti gli aerei da combattimento, in grado di volare a Mach 1,25 a livello del mare e a sfiorare i Mach 2 a quote elevate, oggi questi valori non sono più raggiungibili per sicurezza data l'anzianità delle strutture. La "vecchia signora" della Luftwaffe comunque ha beneficiato di parecchi aggiornamenti durante la sua lunga carriera con la croce di ferro, Cassidian (appartenente al gruppo EADS) ha raggiunto lo stato dell'arte per quanto concerne i nuovi ammodernamenti dei Tornado tedeschi, denominati ASSTA-3/3.1 (Avionics System Software Tornado Ada), che in realtà non sono altro che la terza parte di una serie di upgrade (ASSTA-1 e 2) appositamente studiati per tenere tutti i Tornado IDS/ECR della Luftwaffe al passo coi tempi.

Un Tornado della Luftwaffe special color in occasione del roll-out del primo prototipo convertito allo standard ASSTA-3 / © Airbus
Un Tornado della Luftwaffe special color in occasione del roll-out del primo prototipo convertito allo standard ASSTA-3 / © Airbus

Uno degli elementi chiave di questa serie di modifiche è il MIDS (Multifunctional Information Distribution System) Utilizza lo standard di comunicazione NATO Link 16 (STANAG 5516) per lo scambio di dati tattici, permettendo così all’equipaggio dell’aereo di inviare e ricevere dati di missione, navigazione, ma anche comandi vocali, criptati in tempo reale, con altri velivoli e stazioni a terra. Oltre al MIDS, l’ASSTA 3 comprende un nuovo dispositivo di comunicazione radio, registratore voce e video digitale (DVDR), e la capacità di lanciare la Laser Joint Direct Attack Munition (LJDAM), che può essere guidata sull’obiettivo per mezzo sia della guida GPS che di quella laser, particolarmente utile contro bersagli in movimento. La prima consegna del Tornado modificati per la forza aerea risale alla fine del 2012, gli upgrade sono stati implementati presso gli stabilimenti della base aerea di Ingolstadt-Manching in Baviera con un ritmo di ben 20 aeroplani per volta.

Pubblicità

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!

Cassidian è responsabile per conto di Panavia GmbH della gestione del progetto, dello sviluppo, della produzione e dell’installazione degli aggiornamenti per i Tornado della Luftvaffe, secondo a quanto dichiarato dai vertici dell'azienda le implementazioni saranno ultimate alla fine del 2018. Senza ombra di dubbio i Tornado tedeschi risultano i più moderni in circolazione, software, sistemi e sottosistemi di nuova concezione proietteranno la Luftwaffe verso un futuro, un futuro che però è incerto: con i Typhoon che dovranno saper fare di tutto (difesa aerea e attacco al suolo) rischiando di non riuscire a far bene, e dei Tornado che seppur moderni, posseggono una cellula di quarant'anni, ormai giunta alla fine della sua vita,  a questo punto ci si chiede: non sarebbe meglio per la Luftwaffe acquisire in leasing dei più moderni Lockheed Martin F-16C/D dalla facile manutenzione o l'ancor più economico Saab JAS-39 Gripen? 


Fonti: Luftwaffe - Aibus Defence & Space - Panavia Aircraft GmbH

Autore: Ino Biondo

Subscribe

ARTICOLI CORRELATI

Eurofighter Typhoon: lo "swing role" lo rende sempre più unico nel suo genere
Eurofighter Typhoon: lo "swing role" lo rende sempre più unico nel suo genere
Accordo tra Italia e Kuwait per 28 Eurofighter Typhoon
Accordo tra Italia e Kuwait per 28 Eurofighter Typhoon
Damocles pod per gli Eurofighter sauditi contro l'ISIS
Damocles pod per gli Eurofighter sauditi contro l'ISIS
"Tonka" ultimo dispiegamento, i Tornado GR4 della RAF saranno radiati entro il 2019
"Tonka" ultimo dispiegamento, i Tornado GR4 della RAF saranno radiati entro il 2019

Un nuovo upgrade aerodinamico per l'Eurofighter
Un nuovo upgrade aerodinamico per l'Eurofighter
Prove di rifornimento in volo di un F-35A con un Boeing KC-767A italiano
Prove di rifornimento in volo di un F-35A con un Boeing KC-767A italiano
La RAF programma l'entrata in linea degli F-35B
La RAF programma l'entrata in linea degli F-35B
Il 388th Fighter Wing riceve i primi due F-35A operativi
Il 388th Fighter Wing riceve i primi due F-35A operativi