Consegnati alla Corea del Sud i primi AW159 "Wildcat"

AW159 "Wildcat" uno dei primi elicotteri destinati alla Corea del Sud durante i test a Yeovil (GB) si nota la doppia immatricolazione coreana e inglese. / © Kyle Greet 2015.
AW159 "Wildcat" uno dei primi elicotteri destinati alla Corea del Sud durante i test a Yeovil (GB) si nota la doppia immatricolazione coreana e inglese. / © Kyle Greet 2015.

"Naval force multiplayer" così viene indicato l'Agusta Westland AW159 "Wildcat" l'elicottero anglo-italiano erede del Super Lynx del quale ha ereditato la spiccata caratteristica navale. Classe 6 tonnellate è stato progettato per operare dai ponti delle navi, tra le intemperie dell'ambiente marino, di giorno e di notte. Le missioni principali del "Wildcat Lynx" - così come viene definito dalla Royal Navy - vanno dal pattugliamento marittimo, ricognizione, sorveglianza, lotta antisommergibile, ricerca e soccorso, insomma un tuttofare piccolo e affidabile, che ha trovato un larghissimo impiego anche nel Royal Army.

Un totale di 48 Wildcats sono stati consegnati finora sia all'esercito britannico e alla Royal Navy, che all'inizio di quest'anno li ha schierati a bordo della fregata "Type 23" HMS Lancaster A gennaio del 2013 un importantissimo accordo veniva siglato tra Agusta Westland e DAPA (Defence Acquisition and Program Administration - amministrazione per gli armamenti della Corea del Sud) così la Daehanminguk Haegun (la marina militare sudcoreana) diveniva il secondo cliente del Wildcat, l'ordine comprendeva la consegna di otto AW159 di cui un primo lotto di quattro macchine nel terzo trimestre del 2015, mentre si prevede che le rimanenti quattro macchine vengano consegnate molto prima la data prevista, stabilita per la fine del 2016. Gli otto wildcat saranno destinati a sostituire gli 11 Westland Lynx Mk.99 e 12 "Super Lynx" Mk.99A imbarcati sulle loro unità navali, quindi rappresenta una sorta di continuità operativa.


Un AW159 della Royal Navy / © Agusta Westland.
Un AW159 della Royal Navy / © Agusta Westland.

Secondo alcune fonti, oltre agli otto AW159, il gverno di Seul avrebbe ordinato anche i missili aria-superficie Rafael Spike NLOS, e lo sviluppo del nuovo siluro di produzione nazionale, procede a ritmo serrato, il Wildcat sarà in grado di trasportare fino a quattro missili NLOS di produzione israeliana, si tratta di una soluzione di tutto rispetto, basti pensare che anche la Royal Navy si sta muovendo in questo senso, sviluppando dei nuovi sistemi d'arma appositamente studiati come il missile anti-nave e aria-superficie MBDA Sea Venom e il Thales Marlet altro missile aria-superficie di produzione inglese.

 Il multi-purpose  electro-optical missile system Spike di Rafael

Mentre il Regno Unito e la Corea del Sud sono gli unici clienti fino ad oggi per il nuovo arrivato della famiglia Lynx, Tony Duthie, responsabile dello sviluppo di mercato per gli elicotteri classe 6 tonnellate di Agusta Westland, Ha dichiarato che l'azienda sta riscontrando un certo interesse per il wildcat in molte parti del mondo, soprattutto per le indubbie doti di versatilità e gli ingombri ridotti, una macchia che nonostante la classe di appartenenza medio/piccola, conserva enormi potenzialità di classe superiorie.


ARTICOLI CORRELATI

AgustaWestland: cooperazione per un nuovo elicottero anglo-italiano.
AgustaWestland: cooperazione per un nuovo elicottero anglo-italiano.


Subscribe
comments powered by Disqus