Boeing si aggiudica la commessa per l'ammodernamento dell'intera flotta di F-15C "Eagle". 

Boeing F-15C Eagle - 44Th Fighter Squadron, Kadena AFB (Giappone) / © USAF
Boeing F-15C Eagle - 44Th Fighter Squadron, Kadena AFB (Giappone) / © USAF

Il caccia di quinta generazione Lockheed Martin F-22A Raptor si è rivelato un progetto difficilissimo da gestire sia per l'USAF che per il Department of Defense (DoD) e lo dimostra il fatto che non tutti gli esemplari in servizio (circa 183 di cui 21 in riserva), riescono ad essere operativi in quantità sufficiente. Il Raptor soffre principalmente di due problemi: uno (quello più preoccupante) è l'eccessivo invecchiamento strutturale, che risulta essere più rapido del previsto, precludendo il tanto "agognato" raggiungimento di una vita operativa di 8000 ore; il secondo (quello più paradossale) è che il Raptor è già vecchio! La componentistica avionica a causa dei lunghissimi tempi di sviluppo è ormai obsoleta.

Per sopperire a tali carenze sono stati stanziati 350 milioni di dollari e varato un programma denominato Structure Retrofit Program (SRP) che ha attuato un processo di revisione su 64 F-22 ma secondo le stime il processo sarà completato nel 2021. Obiettivamente, come abbiamo avuto modo già di parlare, il programma procede spedito senza particolari ritardi, ma resta comunque il fatto che gli F-22 perfettamente operativi rimangono insufficienti. Per questo motivo si è cercato di rimediare alla carenza di disponibilità operativa, usando gli F-22 congiuntamente ai Boeing F-15C Eagle, ossia la versione da superiorità aerea e predecessore del Raptor. Questo nuovo assetto della difesa aerea statunitense però ha comportato ulteriori stanziamenti di fondi per l'ammodernamento del caccia Boeing, i due sistemi d'arma appartengono a generazioni diverse, pertanto i tecnici di Boeing sono stati impegnati in una serie di retrofit atti ad estendere la vita operativa degli Eagle (quasi giunti al termine) e tenerli al passo coi tempi.

Autumn Sale Image Banner 300 x 250

Lockheed Martin F-22A Raptor / © USAF
Lockheed Martin F-22A Raptor / © USAF

Visti i presupposti, gli Eagle devono tenersi in forma smagliante, sia gli F-15C che gli F-15E "Strike Eagle" dovranno subire degli upgrade che secondo i vertici dell'Air Force, ne estenderanno la vita operativa fino al 2030 quando entreranno in servizio i nuovissimi Lockheed Martin F-35A (se tutto procederà senza intoppi). Il DoD ha già stanziato dei fondi per l'ammodernamento dello Strike Eagle che prevedono una suite avionica rinnovata e il radar AESA Raytheon APG-82 (V) 1, per l'F-15C invece è prevista l'installazione del radar AESA Raytheon APG-63 (V) 3, e sistemi attivi radar in grado di valorizzare le capacità aria-aria del velivolo. Per far ciò è stato ascoltato il parere dei piloti i quali hanno fatto apposita richiesta di display più grandi e funzionali, in modo da poter visualizzare la situazione in maniera più chiara e precisa. Secondo a quanto dichiarato dal DoD il programma che ha un costo pari a 281.700.000 di dollari, ha riguardato anche la parte strutturale, impegnando Boeing nel prossimo futuro alla riprogettazione delle parti di cellula che risultassero particolarmente usurate.

Una formazione di F-15C del 493Rd Fighter Squadron / © USAF
Una formazione di F-15C del 493Rd Fighter Squadron / © USAF

Secondo Boeing, che è anche  responsabile del programma, l'installazione dei nuovi sistemi sugli F-15C inizieranno a partire dal prossimo anno, mentre saranno studiati nuovi accorgimenti per l'interazione con il Raptor. I vertici di Boeing hanno altresì dichiarato che malgrado la "venerabile" età l'Eagle non soffre di particolari problemi strutturali, la media dell'intera flotta e di 8600 ore di volo e comunque il vecchio cacciatore, ha dimostrato di avere la pelle dura.


ARTICOLI CORRELATI

Boeing propone nuovi upgrade per gli F-15C "Eagle".
Boeing propone nuovi upgrade per gli F-15C "Eagle".
Raytheon ed F-15E Strike Eagle, un connubio perfetto.
Raytheon ed F-15E Strike Eagle, un connubio perfetto.
F-22 Raptor retrofit: La Ogden ALC ottiene risultati migliori rispetto Lockheed Martin.
F-22 Raptor retrofit: La Ogden ALC ottiene risultati migliori rispetto Lockheed Martin.
Lockheed Martin "Legion Pod" per gli F-15 ed F-16 retrofit.
Lockheed Martin "Legion Pod" per gli F-15 ed F-16 retrofit.


Autore: Ino Biondo

Fonti: Boeing Company - Raytheon Company - Lockheed Martin

Subscribe
comments powered by Disqus