Gli A-129 Mangusta dell'Esercito pronti per l'impiego imbarcato.


Un AH-129 sul ponte della Garibaldi. (Foto: Marina Militare)
Un AH-129 sul ponte della Garibaldi. (Foto: Marina Militare)

Non è la prima volta che un elicottero da combattimento "Mangusta" tocca il ponte di Nave Garibaldi (C 551), la prima è stata durante la missione "Ibis" in Somalia nel 1992, questa volta gli elicotteri hanno operato dal ponte dell'unità della Marina, per una serie di test svolti in collaborazione con Marina Militare e Aeronautica.


L'aviazione dell'Esercito in collaborazione con il Centro Sperimentale Volo dell'Aeronautica Militare e con la Marina, ha completato le prove di sperimentazione degli elicotteri da combattimento AH-129C/D "Mangusta" sul ponte dell'incrociatore portaeromobili STOVL Giuseppe Garibaldi.

L’addestramento congiunto tra Marina e Aeronautica con i Mangusta dell’Esercito Italiano è iniziato a giugno del 2015, ed è finalizzato al conseguimento della capacità di operare in maniera standardizzata da Unità Navali da parte degli equipaggi di AH-129 sia nelle versioni "C" che "D".

La prima parte delle operazioni di addestramento e qualificazione si è svolta a terra presso la sede dell'AVES di Viterbo, una volta riscontrata la piena capacità operativa degli operatori, i voli si sono svolti sul ponte dell'unità STOVL della Marina, svolgendo anche decolli e appontaggi notturni con e senza l'ausilio di Night Vision Devices (NVD).

Galleria fotografica (Foto: Marina Militare)

Questa campagna di qualificazione fa seguito all'accordo stipulato il 23 novembre 2012 a Viterbo tra Esercito e Marina, l'importante documento, tra le due Forze Armate, che è stato firmato dal Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Enzo Stefanini e dall’Ammiraglio di Divisione Paolo Treu, Comandante del 6° Reparto Aeromobili dello Stato Maggiore Marina e Comandante delle Forze Aeree della Marina Militare, prevedeva oltre che integrare le capacità di "proiezione dal mare" dell'Esercito, anche l'abilitazione degli istruttori di volo della Marina sull'AH-129 al fine di abilitare gli equipaggi dell'Esercito nell'impiego da piattaforme simili alla Garibaldi come la Cavour.


Altre categorie


Segui AeroStoria su Facebook





Articoli correlati

AgustaWestland: cooperazione per un nuovo elicottero anglo-italiano.
AgustaWestland: cooperazione per un nuovo elicottero anglo-italiano.
I T129A "Atak" sono operativi, TAI pronta per le esportazioni del "Mangusta" made in Turchia.
I T129A "Atak" sono operativi, TAI pronta per le esportazioni del "Mangusta" made in Turchia.

comments powered by Disqus

Top Stories