Svelato il nuovo Saab Jas-39 "Gripen-E", lo smart fighter si fa più grande.


Il nuovissimo Gripen-E durante la presentazione.
Il nuovissimo Gripen-E durante la presentazione.

Il 18 maggio, Saab ha presentato l'ultima versione del suo velivolo multiruolo "Gripen", la versione "E" è completamente rinnovata e molto più potente del suo predecessore, sarà in grado di tener testa alla concorrenza francese e del consorzio Eurofighter?


Dopo circa sei anni e mezzo di lavoro, la svedese Saab assieme a Selex ES che produce il radar è arrivata alla configurazione finale del nuovo JAS-39E, versione riveduta e corretta del caccia multiruolo.

“Le nazioni hanno bisogno di caccia sempre più moderni per sostenere la propria sovranità nazionale. Allo stesso tempo, i costi devono essere responsabili. Per questo Saab ha progettato il nuovo Gripen E sia per incrementare la capacità sia per ridurre i costi”, ha sottolineato Håkan Buskhe, presidente e ceo di Saab, durante la cerimonia di presentazione.

ll Gripen E ha migliorato i sistemi avionici mentre l’incremento di range e la possibilità di imbarcare più armi sono stati resi possibili da un motore più potente il General Electric F414G-39E e dalla possibilità di trasportare il 40% in più di carburante grazie a modifiche nella parte centrale della fusoliera.

Secondo a quanto dichiarato da Saab, il JAS 39E sarà in grado di ingaggiare obiettivi stealth e di viaggiare a Mach 1.25 in super cruise (senza azionare i postbruciatori) ponendolo alla pari dell'Eurofighter e del Rafale.

Video della presentazione ufficiale del 18 maggio 2016

L'avionica comprende sistemi IRST e una suite EW per la protezione elettronica, il radar a scansione elettronica vero e proprio salto di qualità rispetto alle versioni precedenti è un ES-05 prodotto da Selex Es.

Resta un aereo più economico rispetto il Typhoon e il Rafale, versatile e soprattutto ha l'ulteriore vantaggio di poter operare da piste non convenzionali, grazie ad una logistica semplice, Saab ha inoltre fatto sapere che il Gripen E avrà i costi operativi più bassi, circa 7.500 dollari l’ora, della sua categoria, nonché costi di acquisizione minori rispetto a tutti i concorrenti.

Le consegne del nuovo caccia inizieranno nel 2019, con i primi velivoli destinati a Svezia e Brasile. Al momento cinque nazioni operano il Gripen: Svezia, Sud Africa, Repubblica Ceca, Ungheria e Thailandia. Il Brasile lo ha ordinato e il velivolo è stato selezionato anche dalla Slovacchia. Inoltre secondo la stampa svedese, la società starebbe trattando con il Botswana per la vendita di 8 esemplari.


Download
Gripen-E Fact sheet
Descrizione tecnica del nuovo caccia di Saab
gripen-e-fact-sheet--en.pdf
Documento Adobe Acrobat 174.3 KB
BS_19_IT_300x250.gif

Segui AeroStoria su Facebook





Articoli correlati