La fine di un'epoca: chiude il 50° Stormo, le "Pantere" voleranno con i "Diavoli" del 6° Stormo.


Le caratteristica "Sharkmouth" (Bocca di squalo) dei Tornado ECR del 155° Gruppo del 50°Stormo. (Foto: Aeronautica Militare)
Le caratteristica "Sharkmouth" (Bocca di squalo) dei Tornado ECR del 155° Gruppo del 50°Stormo. (Foto: Aeronautica Militare)

Due date fondamentali per uno degli storici reparti dell'Aeronautica Militare, la prima è quella del 1° giugno 1936, data della costituzione del 50°Stormo, l'altra invece è quella del 14 settembre 2016 un mercoledì, non un "Mercoledì da leoni"  ma di "Pantere" , il giorno in cui  i  due possenti Turbo Union dei Tornado ECR non romberanno più sui cieli di Piacenza.


Il solenne momento in cui il Col. Ruggiero avvolge la bandiera di guerra del 50° stormo.
Il solenne momento in cui il Col. Ruggiero avvolge la bandiera di guerra del 50° stormo.

Con il riavvolgimento della bandiera di guerra del 50° Stormo, si chiude un epoca di eccellenza, Una storia lunga e gloriosa quella del 50°, che cominciò nel 1936 sull’aeroporto di Ciampino Sud e che nel corso degli anni successivi seguì la storia d’Italia e in particolare gli eventi bellici: in Libia, durante la Campagna d'Africa, tanto valore fu riconosciuto allo Stormo, dal 1 dicembre 1940 quella bandiera riavvolta, si fregiava della Medaglia d’Argento al Valor Militare.

Una bandiera di guerra gloriosa, anche in considerazione delle svariate missioni effettuate dal Gruppo negli anni recenti: dall’impiego in Iraq nel 1991 (Bellini e Cocciolone appartenevano alle “Pantere” del 155°) sino alle recenti missioni in Libia nel 2011.

Alla cerimonia non aperta al pubblico, erano presenti CSM Aeronautica Gen. Vecciarelli, il Comandate di Squadra Aerea Gen. Girardi) il Colonnello Ruggiero ormai ex comandante del 50° Stormo ha poi tenuto un discorso dove ha ricordato la storia dello Stormo e lo stretto rapporto di vicinanza che ha avuto con la popolazione locale.

Un Tornado ECR del 50° Stormo (Foto: Mauro Antonellini)
Un Tornado ECR del 50° Stormo (Foto: Mauro Antonellini)

“Siamo militari e abbiamo un forte senso del dovere – ha esortato il comandante di stato maggiore dell’aeronautica generale Enzo Vecciarelli – e anche se le risorse sono in diminuzione, la base chiude e gli aerei se ne vanno – rimaniamo al servizio del paese e del territorio. La vostra professionalità non andrà perduta – ha concluso – ma solo trasferita”.

Secondo le nuove disposizioni il 155° Gruppo ETS sarà trasferito a Brescia presso l'aeroporto di Ghedi, sede del 6° Stormo, quì voleranno con gli altri gruppi di volo, probabilmente, anche un gruppo di Tornado IDS verrà soppresso ma attualmente non sappiamo quale sia.

Contemporaneamente alla chiusura del 50° Stormo nasce il Comando Aeroporto Piacenza, affidato al colonnello Umberto Cappuccio. Si apre così una nuova fase per la popolazione piacentina.

 

Nell’aeroporto, utilizzato ora a supporto delle strutture operative dell’aeronautica militare, rimarranno a lavorare circa 350 persone.


Euronics Acquista Online - Offerte Imperdibili

Segui AeroStoria


Potrebbe interessarti:





comments powered by Disqus

Top Stories