Pod "Sniper" per i Typhoon del Kuwait.

Elaborazione grafica di un Typhoon del Kuwait, nel cerchio il pod "Sniper". (Foto: Leonardo)
Elaborazione grafica di un Typhoon del Kuwait, nel cerchio il pod "Sniper". (Foto: Leonardo)

Si tratta di una vera e propria alleanza non solo commerciale ma bensì tecnologica, il consorzio Eurofighter e Lokheed Martin firmano un'intesa per la fornitura dei modernissimi pod ATP "Sniper" , sistema a lunga precisione di acquisizione bersagli al Kuwait, che li implementerà sugli Eurofighter Typhoon.



Il ministero della Difesa del Kuwait ha sottoscritto un contratto con Lookheed Martin per la fornitura di pod ATP (Advanced Targeting Pod) "Sniper" un potentissimo sistema di disegnazione bersagli e ricognizione che sarà implementato sugli Eurofighter "Typhoon" di recente acquisizione.

In qualità di responsabile per conto del consorzio Eurofighter per il mercato kuwaitiano, Leonardo-Finmeccanica ha condotto le trattative con l'azienda statunitense per esattamente 18 pod "Sniper" l'azienda italiana si occuperà della consulenza tecnica per l'integrazione sul velivolo europeo mentre Lookheed Martin fornirà inoltre supporto tecnico e logistico.

L'ammontare della somma stanziata non è stata resa nota ma alcune fonti hanno riportato che i pod saranno consegnati nel 2017, il direttore del programma "Sniper" Ken Fuhr, si è detto sodisfatto soprattutto della collaborazione con il consorzio europeo che produce il caccia Typhoon, naturalmente si tratta di una vera e propria strategia commerciale per proporre alle altre nazioni che hanno scelto l'eurocaccia, il targeting system.

Pod ATP "Sniper" (© Lokheed MArtin)
Pod ATP "Sniper" (© Lokheed MArtin)

Oltre alle quattro storiche nazioni partner (Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna) il Kuwait è la quarta nazione dopo Austria, Arabia Saudita e Oman, ad utilizzare il Typhoon un caccia da superiorità aerea che grazie ai nuovissimi aggiornamenti può essere impegnato in missioni di supporto tattico, e ricognizione.

L'integrazione con l'ATP "Sniper" rafforzerà questa sua capacità "swing role", il pod infatti è installato su piattaforme eterogenee come i bombardieri strategici B1 e B-52 e i cacciabombardieri F-15, F-16 soprattutto quelli destinati all'iraq, F/A-18, Harrier, A-10 e i giapponesi Mitsubishi F-2, l'Eurofighter quindi sarà il nono velivolo ad adottare il sistema, una vera e propria pietra miliare nel percorso del velivolo europeo.




CONDIVIDI IL POST

#aerostoria


COMMENTI


TRENDING NEWS